Lettera aperta di Juan Ortolà a José Chulvi

Qui non ci sono vittime o carnefici, critichiamo la gestione del PSOE a Xàbia con fondamento e in una buona lotta democratica, non c'è nulla di personale contro chiunque.

Questa settimana leggo ripetutamente frasi come: "Chulvi non capisce l'aggressività della campagna Juan Ortolá"" Chulvi afferma che, mentre gli altri sono dedicati a insultare, una mancanza di rispetto e si trovano solo per prendere un voto disperatamente e hanno parlato di più in giorni 4 durante 4 anni al City Hall, stiamo parlando di noi e del nostro proposte ". "Hanno intenzione di fare strani patti ...", e così, aggiunge e continua.

Dato così tanta vittima della strategia, mi vedo nel bisogno di rispondere pubblicamente a ciò che tu, con apparente candore, dici di ignorare.

Naturalmente c'è un malessere in tutti i partiti che hanno fatto parte di quest'ultimo Corporation, in cui abbiamo sofferto dal modo in cui siete stati ignari nostre proposte, perché non vogliamo che il nostro voto e questo è sicuro, senza amarezza ma con dolore, è molto frustrante, se è anche accompagnato da autocompiacimento per proclamare che sei il garante della stabilità politica.

La maggioranza assoluta ti ha dato la possibilità di portare avanti il ​​tuo programma e incorporare le proposte degli altri, cioè di governare per tutti, e non hai fatto né l'uno né l'altro. Se dici che a Xàbia non ci sono due blocchi come in Spagna, perché hai paura dei patti che chiami estranei? Saranno patti per migliorare Xàbia al di fuori delle ideologie.

Nel caso di Ciudadanos per Jávea, ho già anticipato i patti che siamo disposti a firmare, come ha detto il politico della transizione Julio Anguita: "Programma, programma e altro programma". Saremo d'accordo con chiunque ci garantisca che il nostro programma è realizzato.

Chiaramente, nelle elezioni del 2015 ha fatto si ottiene un sacco di entrate da "tutti contro Chulvi" e rentabilizaste spudoratamente nella vostra strategia, il lavoro e lo sforzo di una squadra di governo che condividiamo, e che, con i successi e gli insuccessi, sì, è stato creato un clima di vera stabilità.

Quello che ora è chiamato rotolo, che acompañáis di frasi magniloquenti: "Consiglieri hanno il telefono connesso alle ore 24 al giorno", "Ci sono consiglieri che lavorano ore 24 al giorno", "non abbiamo mai perso un atto ....". Ma la domanda è: qual è il bilancio della tua gestione e il grado di conformità con il tuo programma? Hai improvvisato molto e pianificato poco. Hai governato saltando le uccisioni.

Per quanto riguarda i consiglieri dell'opposizione, come tu dici ora, non siamo stati; Certo che siamo stati e abbiamo cercato di contribuire con idee, ma ci hai trattato come ospiti di pietra ignorati dall'ospite che eri il team governativo.

Descrivo il quadro che ha affrontato l'opposizione in questi anni 4: Abbiamo preso dalla figura di segretario del gruppo da quando i cittadini Jávea partecipato al governo, era stato assegnato a tutti i gruppi di opposizione in modo da poter monitorare la gestione del governo municipale. Se qualcuno pensa che fosse per salvare, ha torto. Hai assunto le posizioni di fiducia di 7 a tua disposizione e hai anche avuto consiglieri a tempo pieno 4 e 7 a tempo parziale.

I consiglieri dell'opposizione vivono del nostro lavoro in società private e abbiamo difficoltà a controllare il governo giorno per giorno, e ci avete privato di avere un segretario di gruppo per facilitare questa funzione.

E, infine, per quanto riguarda le tue parole "qui è un giro del PSOE non sappiamo come porre fine, non sarebbe la prima volta che vediamo strani patti" diciamo no è tutto contro Chulvi, questo è vigilare gestione comunale della 4 negli ultimi anni in cui il team Chulvi ha governato Xàbia.

Per quanto riguarda i patti stranieri, se si raggiunge la memoria politica si sa che ci sono stati due: uno alle prime elezioni democratiche e firmato il Partito Socialista e il Partito Popolare per strappare il Sindaco il partito più votato, l'UCD con frontale Soler Blasco ; e pochi anni dopo, un altro patto firmato PSOE, PP, Centristes e Bloc, per strappare il Sindaco al più votato Valenciana dell'Unione, il raggruppamento che procedono Cittadini per Javea. Che strano che in quei due "strani patti" che ti riguardano, sei stato
Socialisti.

Ni Juan Ortolá ni I cittadini di Jávea vanno contro José Chulvi né Xàbia PSOE, criticare in buone politiche democratiche lotta PSOE in questi quattro anni, che rappresentano una battuta d'arresto per il nostro popolo, e non ci si intende trasferire la cittadinanza che è un attacco alla tua persona silenzio.

Hai organizzato il meccanismo del potere e un partito forte, con mezzi per farvi sentire, a noi la campagna elettorale ci dà l'opportunità e la piattaforma c'è mancato questi 4 anni a testa per le javienses e spiegare la nostra proposta su come gestire il consiglio comunale.

Juan Ortolà, candidato all'ufficio del sindaco di Jávea per i cittadini di Jávea.

articoli correlati

Commenti su "Lettera aperta da Juan Ortolà a José Chulvi"

*

26.410
1.636

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni. vicino