Jávea.com | Xàbia.com
Cerca

"Scrivi per alleviare la quarantena", di Juan Bta. Codina Bas

25 marzo 2020 - 15: 56

Il confinamento stimola la creatività e il pensiero. Un isolamento stimola l'immaginazione.

In questo momento devi trovare alternative per superare questo periodo di quarantena e uno di questi è scrivere. Possiamo scrivere da riviste personali a romanzi realistici o fantasy, alcune poesie o riflessioni personali o compilare battute, canzoni, ricette o pasticcini, scrivere lettere ad amici e malati come è stato detto in questi giorni.

Un esempio di ciò che dico sono le numerose opere scritte da carcere o prigionieri per una ragione o per l'altra o in periodi di reclusione. Ti offro un campione di questi scritti nel caso tu abbia voglia di seguire la linea di questi personaggi.

Il poeta latino Publio Ovidio Nasón subì l'esilio nel villaggio di Tomi (nell'odierna Romania), e lì scrisse (19 d.C.) alcuni dei versi più belli della storia della letteratura, i versi dell'esilio, contenuti in due funziona: Tristia ("Tristes") ed Ex Ponto ("Pontics").

San Giovanni Evangelista scrisse il Apocalisse sull'isola di Patmos viene bandita. Marco Polo fu fatto prigioniero (1298-1299) per aver guidato una cucina italiana contro la città nemica e anche uno scrittore prigioniero lo aiutò a scrivere I viaggi di Marco Polo.

El 'Decamerone' È una storia che racconta l'incontro di sette donne e tre uomini, tutti giovani e di una famiglia benestante che, per fuggire dalla pestilenza che colpì Firenze e l'Europa nel 1348, si rifugiarono in un villaggio alla periferia della città dove, per 10 anni (Da qui il titolo greco dell'opera), stavano raccontando una storia per persona, di un tema proposto da uno di loro e scelto in base al turno che governava durante il giorno.

Don Chisciotte Nacque ad Algeri dove Cervantes fu tenuto prigioniero e Dostoevsky scrisse diverse opere mentre era in Siberia per cinque anni. Shakespeare ha scritto King Lear e Macbeth confinato dalla peste.

Lo scrittore del XV secolo Thomas Malory scrisse dal carcere le prime storie sul Re Artù, dandoci una foto di questo famoso e leggendario re.

Nicholas Machiavelli ha scritto Il Principe quando fu imprigionato a San Casciano, nel 1513. Fray Luis de León prese appunti Dei nomi di Cristo e perfino un decimo graffito scritto sulle pareti della cella in cui fu confinato tra il 1572 e il 1576 gli è attribuito.

Martin Luther King, nel 1963, fu prigioniero e ai margini dei giornali e sulla carta igienica scrisse La lettera dalla prigione di Birminghan che era essenziale per la difesa dei diritti civili.

L'elenco diventa grande, ma per esempio è sufficiente. Sono stato sorpreso di vedere la grande quantità di scritti che fuoriescono tra le quattro pareti delle celle. Sarà necessario vedere se, come risultato di questa situazione, vengono fuori persone che scoprono la loro striscia letteraria in questo confino, che, dopo tutto, è come quello che hanno vissuto gli scrittori che elenco.

Juan Bta. Codina Bas.

Lascia un commento

    27.421
    1.807
    5.998
    517
    Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.