Jávea.com | Xàbia.com
Cerca

Xàbia consente alloggi di emergenza e rafforza l'assistenza alle persone più vulnerabili

25 marzo 2020 - 16: 44

Il Dipartimento dei servizi sociali della città di Xàbia sta lavorando a pieno regime per non lasciare nessuna persona nel comune non protetta durante la crisi sanitaria.

La consigliera responsabile, Rita Berruti, ha spiegato che dalla fine della scorsa settimana hanno abilitato un rifugio di emergenza, frequentato 24 ore al giorno da personale municipale, in un ostello a Balcón al Mar per proteggere i senzatetto o le possibili vittime di violenza di genere fino a trovare un posto in un centro qualificato. Inoltre, queste strutture sono anche abilitate per coloro che, a causa dello stato della loro casa, non possono eseguire il confinamento forzato a casa. Al momento c'è una persona.

Allo stesso modo, preparando anche due spazi donati dalle parrocchie del comune e della diocesi di Valencia, nel Monastero di La Plana e nell'eremo di Sant Sebastià, nel caso in cui la domanda aumentasse o sorgessero altre esigenze.

Aiuto alle famiglie vulnerabili

Un altro fianco in cui la domanda è cresciuta e che sono stati razionalizzati i protocolli di risposta sono gli aiuti di emergenza sociale in modo che le famiglie più vulnerabili abbiano i loro bisogni di base per cibo, igiene e medicine coperte.

"La situazione eccezionale che stiamo vivendo significa che in molte unità familiari non hanno alcun reddito economico" Berruti sottolinea, sottolineando che il lavoro di rilevazione di tutta questa situazione viene svolto con la Croce Rossa.

Per dare una risposta, il Consiglio Comunale ha riorganizzato le funzioni del personale dell'area sociale per eseguire le procedure e le procedure e 24 ore dopo la richiesta, le persone interessate hanno una risposta.

I servizi sociali stanno anche sostenendo i costi per l'acquisto di prodotti alimentari e di igiene distribuiti dalla Croce Rossa sia agli utenti che agli anziani che non possono uscire di casa. La ONG ha 150 famiglie nel suo programma di sostegno, che ora include gli anziani a rischio che non possono uscire di casa.

In questo senso, tutti coloro che vogliono fare una donazione per questo aiuto sociale possono farlo in due modi: con un reddito sul conto della Croce Rossa Xàbia (IBAN ES51 0049 3894 9528 1421 7469) o facendo il reddito sul conto nelle imprese locali che Vogliono collaborare (macellai, panetterie, ecc ...) in modo che la Croce Rossa possa utilizzare l'acquisto dei prodotti di cui ha bisogno e allo stesso tempo supportare le piccole imprese in questa situazione.

Altri benefici

Il consiglio comunale mantiene anche il servizio di assistenza domiciliare (DAU) per anziani o disabili. In questo senso, il congedo temporaneo volontario per malattia (poiché quando la famiglia non va a lavorare direttamente si prende cura delle cure) compensa i nuovi casi che derivano da persone anziane confinate da sole senza supporto familiare o social network a cui stanno dando alta.

Anche da Radar, il programma anti-solitudine, viene seguito e le telefonate ogni tre giorni a tutte le persone che vengono dimesse. Infine, l'area dell'assistenza sociale ha anche adattato altri servizi alla situazione, come i seminari TAPIS per pazienti con malattie mentali croniche. Ora l'educatore si concentra sulla fornitura di assistenza telefonica a tutti gli utenti. Come il team di supporto psicologico, che è in attesa di rispondere a qualsiasi richiesta che possa sorgere per telefono.

Il team Famiglia e infanzia è ancora attivo, pronto a far fronte a qualsiasi situazione conflittuale all'interno della famiglia a causa del parto.

Lascia un commento

    27.421
    1.807
    5.998
    517
    Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.