I vicini e gli utenti della strada Portitxol chiedono ulteriori misure di sicurezza sulla strada

Illuminazione, strisce pedonali, marciapiedi. Queste sono le misure di sicurezza richieste dai residenti di Tossalet e dagli utenti della strada Portitxol, in questa stessa strada, per anni, come indicato dalle persone colpite, che in assenza di risposte e azioni hanno avviato una campagna per raccogliere firme chiedere una soluzione.

Senza un'associazione creata per centralizzare la denuncia, ogni vicino, individualmente, ha provato a contattare le pubbliche amministrazioni, il consiglio comunale e il consiglio provinciale, ma non hanno avuto una risposta chiara, «Stanno passando la palla, quindi abbiamo presentato una denuncia al Mediatore catalano», sottolinea un vicino.

E, la CV-742- Carretera del Portitxol, è di proprietà provinciale e manca di illuminazione, marciapiedi e strisce pedonali, «Quando è una strada trafficata per i pedoni poiché c'è una scuola nella zona e la fermata dell'autobus», indica un residente e lo aggiunge «I pedoni giocano la nostra vita ogni giorno quando attraversano la strada. È una strada trafficata e non ha misure di sicurezza ».

I vicini indicano che le aree verdi di Tossalet ci danno già proprietà municipale, «Quindi chiediamo che vengano creati i marciapiedi e, naturalmente, il passaggio pedonale dove è dipinta la nicchia fatta anni fa. Anche se ci dovrebbero essere almeno altri quattro passi zebrati ».

Ora, i vicini sono in attesa di un incontro con i leader municipali e la risposta del Mediatore allo scopo di ottenere una risposta schietta e ad azione rapida.

Servizi councilwoman, Kika MataHa indicato a questi media che la situazione è in fase di revisione per spiegare in dettaglio ai vicini la possibile azione futura.

articoli correlati

Commenti su "I vicini e gli utenti della strada Portitxol chiedono ulteriori misure di sicurezza sulla strada"

1 Comentario

  1. Gesù Boada:

    Bene, signora Mata, dal momento che sta andando a studiare perché propongo la lezione di Ctra. Cabo de la Nao Plá, Haya Street, una per mancanza di marciapiedi zebra country, limitazione di velocità, ecc., La seconda per la velocità che le auto percorrono su questa strada, alcuni pensano che sia una strada quando è una strada e persino il sorpasso è fatto e non precisamente all'ora 30 km che è quella della città.
    Prendi nota e niente da approvare e non lasciarlo per settembre

(Obbligatorio)

26.478
1.726
5.084
450
Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.