Jávea.com | Xàbia.com
Cerca

Itinerario per tutte le età: dalla zona ricreativa a Los Molinos

01 ottobre 2021 - 15: 01

Si tratta di un percorso completamente pianeggiante, molto semplice e adatto a tutti. Inoltre lo è adatto per il ciclismo. Si parte dall'area ricreativa situata 700 metri prima di raggiungere il Capo San Antonio e raggiunge l'impressionante insieme di mulini a vento, unici nella Comunità Valenciana.

Successivamente hai un indice con tutti i punti con cui ci occuperemo.

Dati tecnici e layout del percorso

La linea verde nell'immagine indica dove si snoda l'itinerario. Se vuoi, consultalo nel Visore cartografico dell'Istituto Cartografico Valencià.

Come abbiamo spiegato, inizia il percorso nell'area ricreativa sull'autostrada per Faro di Cape San Antonio, sulla sinistra. C'è un parcheggio vicino al vialetto, sotto i pini. L'area è attrezzata con panchine e tavoli all'ombra, ha acqua potabile e servizi (ma per usufruirne è necessario richiederlo in anticipo al consiglio comunale di Jávea). Il percorso attraversa la pineta e il primo punto di riferimento è una vecchia caserma della polizia. Proseguiremo a sinistra, in direzione di Santuari del Mare de Deu degli Àngels. Seguiamo il sentiero dei cipressi e arriviamo al luogo dei mulini.

Ritorneremo nell'area ricreativa in fondo alla strada Penaguila, alla Cuesta del Cabo San Antonio. Ritroveremo la strada del promontorio, la attraverseremo e seguendo il sentiero di fronte ritorneremo al punto di partenza.

La distanza del percorso è di 4,5 chilometri e ha un Duracion stimata 1 ora e 30 minuti. Il difficoltà dell'itinerario è baja.

Cosa possiamo vedere

  • El caserma dei carabinieri In rovina, veniva utilizzato per la sorveglianza della costa, soprattutto per il controllo di anfratti e calette, che servivano a nascondere il contrabbando.
  • El Santuario della Mare de Déu dels Àngels nasconde una credenza: secondo la tradizione, il dipinto della Vergine degli Angeli che presiede la chiesa è stato ritrovato dai cacciatori nella cavità di un carrubo, dove era nascosto dai monaci per evitare il saccheggio dei pirati barbareschi, così frequente in l'area nei secoli XVI e XVII.
  • I mulini sono costruzioni uniche. La più antica risale alla fine del XIV secolo e una di esse rimase in funzione fino al 1911.
  • Proprio da lì, dai mulini, puoi gustarne un po' viste incredibili: la baia di Jávea, le montagne del Granadella, Puig de la Llorença, la punta della roccia di Ifach sullo sfondo, la Sierra de Bèrnia più a destra e dietro, Aitana.
Lascia un commento

    28.803
    1.983
    9.290
    781