Rifrangente in Benitatxell prima dell'espulsione dei consiglieri di Compromís

Il portavoce di RED Benitatxell, Josep Femenía, ha rilasciato una dichiarazione in cui assicura che il sindaco di Benitatxell, Miguel Ángel García, "Ha nascosto ai vicini, per un mese, che lui ei suoi consiglieri sono stati espulsi dal suo partito. Compromís ha ratificato l'espulsione di Miguel Ángel García a 7 di gennaio, tuttavia, non è stata resa pubblica fino ad oggi. "

Femenía sottolinea che dal gennaio 7 «Le decisioni vitali sono state prese per il comune e che esse impegnano non solo il bilancio corrente ma anche il funzionamento della città nei prossimi anni basandosi su una bugia: non sono consiglieri di compromesso».

Il portavoce di RED Benitatxell ha qualificato le prestazioni di «Un insulto alla democrazia, un insulto ai vicini di El Poble Nou de Benitatxell e un insulto alla loro dignità. Ha dimostrato di preoccuparsi solo della sedia. Sopra la trasparenza, sopra la sua parte e sopra essere fedeli alla verità ».

Josep Femenía Indica anche che, proprio per la plenaria straordinaria che si celebra oggi, 7 di febbraio, «Dove il sindaco deve rendere conto delle azioni compiute negli ultimi mesi, ha modificato il contenuto della richiesta degli eduli di RED e PP per evitare di dare copia della documentazione ai consiglieri richiedenti».

Governo Response Team

Date le dichiarazioni di RED Benitatxell, il sindaco locale, Miguel Angel Garcia e Jorge Roldan e assessori Maite Pascual hanno assicurato che la loro espulsione dal Compromis "Non ci distrae per un secondo dal compito del governo che stiamo portando avanti. L'indirizzo di Valencia ci ha fatto scegliere tra le iniziali e la città. Siamo qui per lavorare per il nostro comune », ha spiegato García, che ha sottolineato che non vuole entrare in un tiro alla fune con Compromís.

García lo ha spiegato "Oggi siamo ancora più convinti che andare avanti con la mozione di censura sia stata la cosa giusta da fare. Non era un'opzione, ma un obbligo. Non potremmo rimanere impassibili davanti al malgoverno e alla paralisi del Consiglio comunale ».

Il sindaco ha anche assicurato che né lui né i suoi due compagni fino ad ora di Comprom hanno violato il regolamento della coalizione. Sono stati espulsi per aver accettato una mozione di censura con un disertore. "Ma c'è una sentenza del tribunale che chiarisce che Toni Colomer non è un disertore. Pertanto, la ragione che viene utilizzata per l'espulsione non esiste. Non escludiamo di presentare una risorsa. Ma, naturalmente, non entreremo in polemiche con i compromessi »disse Garcia che aggiunse quello "Il dossier è stato preso dall'indirizzo nazionale di Compromí, che corrispondeva, quindi, a rendere pubblico l'accordo che hanno adottato, quindi non abbiamo nascosto niente."

articoli correlati

Commenti su "Rifurrafe in Benitatxell prima dell'espulsione dei consiglieri di Compromís"

*

26.264
1.614

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni. vicino