Jávea.com | Xàbia.com
Cerca

"Finalmente, mori e cristiani", di Juan Legaz Palomares

25 Luglio 2022 - 13: 05

Sono in silenzio e non riesco a trovare parole di lode per esaltare il Festival dei Mori e dei Cristiani di Xàbia. Infine, dopo tre anni di assenza festiva silenziata a causa della dannata pandemia, quest'anno (2022) sono tornati, oltre ad altri eventi festivi a Xàbia, le feste divertenti e gioiose dei Mori e dei Cristiani.

Suonò il primo razzo e uscirono e riempirono le strade della Dogana con una forza rinnovata, entusiasta e importante, e furono accolti con fragore, applausi e immensa gioia, non solo dagli abitanti di Javienses, ma dalle migliaia di villeggianti e turisti che erano ansiosi di vedere quei mori e quei cristiani sfilare per tutte le strade della dogana.

I razzi e gli archibugi sono esplosi con più forza che mai, ma senza dubbio il colore, gli abiti e gli abiti esotici che indossavano ed esibivano le diverse filaes moresche e cristiane spiccavano molto per stupire ed emozionare il pubblico che assisteua alle sfilate con stupore un interesse insolito dopo tre anni senza poter assistere a questo festival accattivante e gioioso, che dopo più di quarant'anni continua a fare la storia e si fa strada tra gli altri eventi festivi più antichi (come Fogueres de Sant Joan, El Nazareno o Festes de la Cavalla di Dio di Loreto).

Mori e cristiani da una prospettiva entusiasmante, con perseveranza, lavoro, volontà e grande perseveranza, intendono essere degni del riconoscimento degli xabieros e dei visitatori. Vanno a lavorare quotidianamente al cento per cento con tutto il cuore, con dedizione e la migliore volontà di penetrare nel cuore delle persone, che li accolgono con applausi e siano sempre pronti a dar loro un caloroso benvenuto, oltre a come acclamarli in modo che in questo modo siano incoraggiati a continuare con questa festa estiva nel mese di luglio, nonostante le giornate da cani che si fanno sentire in queste date.

Resistono stoicamente al caldo inclemente della torrida estate e, con grande entusiasmo, indossano gli abiti più vari per accontentare il pubblico con i coloratissimi costumi e accessori che impreziosiscono e completano un outfit colorato e luminoso. Successivamente, sfilano in ritmo e coordinazione, mentre la musica li incoraggia a mantenere il ritmo sincronizzato che risveglia le ovazioni e le olé di tutto il pubblico che assiste all'atto con entusiasmo e applaude la sfilata delle file ed esplode in una gioia collettiva che unisce i partecipanti in un caloroso saluto, e per contagiarsi e fondersi in una speciale amicizia e solidarietà che finirà per essere una divertente unione piena di felicità e pace tra le file e il pubblico.

Lo scopo principale di questo breve commento è lodare tutti gli eventi festivi che migliorano Xàbia, la sua ospitalità, il suo modo accogliente di ricevere e compiacere tutti i visitatori e i turisti che hanno la fortuna di godersi le bellezze naturali di questa meravigliosa Villa Alicante e del Mediterraneo.

Infine, ho ancora una volta l'opportunità di lodare il Festival dei Mori e dei Cristiani, di cui approfitto per incoraggiarli a non essere nuovamente sospesi di fronte a qualsiasi battuta d'arresto per il bene di Xàbia. Grazie per avermi permesso, in un'altra occasione, di prendere in mano la penna e scrivere una nuova e semplice storia in onore di queste memorabili festività natalizie.
i mori e i cristiani. E con tutta la forza del mio cuore griderò: "Vixquen els Moros i Cristians de Xàbia!"

Lascia un commento

    28.803
    2.027
    9.411
    801