Jávea.com | Xàbia.com
Cerca

Le celebrazioni 2020 di Mori e Cristiani hanno già le loro bandiere: Lucía Llidó e Carla Llídó

Febbraio 05 da 2020 - 11: 40

Lucía Llidó Vallés e Carla Llidó Bertolín saranno i portatori di bandiera Mora e Cristiana del Mori e festività cristiane de Xàbia 2020. Lo ha annunciato ufficialmente la Junta de Festes de Moros i Cristians de Xàbia. Le due giovani donne diventano così il volto rappresentativo del partito, il cui regno inizierà il prossimo sabato 15 febbraio con il loro proclama inquadrato nell'ambito degli atti di Mig Any Fester.

Lucía Llidó, Abanderada Mora 2020, appartiene alla FILA Xibia dal momento della sua creazione, poiché sua madre è una delle fondatrici dell'unico filà composto interamente da donne. Il festival Mori e Cristiani scorre nelle sue vene e, da sempre, ha voluto rappresentare il lato della mezzaluna. La fortuna è dalla sua parte perché, sebbene quest'anno non spettasse al suo filà ricoprire l'incarico, la solidarietà tra i festeros ha portato alla Xibia alla fine nominata come il massimo capo delle truppe moresche e che l'onore ricade su di lei.

Da parte sua, Carla Llidó, Abanderada Cristiana 2020, appartiene alla Pirati dei Sant Jaume FILA. Come la sua compagna, si unì alla festa quando aveva un anno, e sebbene avesse mosso i suoi primi passi insieme alla Xibia filà all'interno della parte moresca, per otto anni; È un membro del suo attuale filà dalla parte cristiana con la sua famiglia.

I due conoscono la festa a memoria, si godono le sfilate di gala e l'armonia che esiste tra le parti. Ma, al di là dell'ambito festivo, Lucia aspira a diventare una criminologa, sebbene sia consapevole di quanto sia complicata la carriera. Nel caso di Carla, domani vorrebbe dedicarsi all'insegnamento e in particolare alla pittura e alle arti plastiche.

Illuso dall'accusa

Lucia e Carla sono unghie e carne. Sono una famiglia e una grande amicizia si unisce a loro. Ciò è percepito in quanto sono eccitati e felici di assumere una posizione che considerano "Tutta una responsabilità" e che confessano, hanno “Ammirato per sempre”. Nessuno si aspettava di essere segnalato così giovane, ma credono che questo sentimento di orgoglio per la posizione sia condiviso con qualsiasi donna che appartiene al partito e che, con il supporto dei loro ranghi e del Consiglio delle festività, vivrà fino a ciò che Ci si aspetta da loro.

Entrambi ammettono di essere "Nervoso per fare del mio meglio, che tutto vada bene e che ogni festa sia orgogliosa". Sono anche contenti del momento in cui la festa sta vivendo e dell'importanza che gode oggi della posizione che stanno per assumere. “Siamo stati con una grande bandiera per alcuni anni e questo dimostra il suo impatto. Prima, forse, non è stato dato loro la preminenza o l'importanza che meritavano, ma questo sta cambiando e ci aiuta a rendere la nostra festa più grande ”, contano.

Quella speciale venerazione per la posizione professata dalle giovani generazioni del partito significa che, sempre di più, guardano chi sono i migliori rappresentanti. Sia Lucia che Carla si sono sempre chieste come dovrebbe essere vivere determinati atti del partito dal punto di vista di un Flag Bearer.

In particolare, si riferiscono agli atti dell'atterraggio moresco e della riconquista cristiana in cui i Flaggers godono di un ruolo speciale nel guidare i rispettivi lati durante la teatralizzazione della battaglia.

Quello, insieme all'aura che lo spettacolare trucco e i costumi che guardano sempre e la posizione occupata dai rappresentanti a capo della festa; di solito attira l'attenzione del grande pubblico e, ora, Lucia e Carla possono viverla in prima persona.

Lascia un commento

    28.803
    2.030
    9.411
    810