Jávea.com | Xàbia.com
Cerca

Eremo di Santa Lucía e Santa Bárbara: storia, festività e accesso

13 dicembre 2019 - 13: 43

L'Ermita de Santa Lucía y Santa Bárbara corona il punto più alto di una delle falesie più alte del comune. 163 metri sopra i piedi del Montgó Viene eretta questa piccola cappella -di proprietà comunale- che è compresa, per la sua disposizione architettonica, all'interno del cosiddetto eremi di conquista (Ermites di Conquesta). Anche se il titolo della seconda forza perdere santa a spese del primo, sia dare l'ufficiale più alto cappella del nome della città.

il nome 'di conquista' risponde quando si costruisce lo stesso quando i coloni venuti dal nord, e la grande tradizione cristiana, la popolazione musulmana spostato verso l'interno e si stabilì la popolazione nel territorio, tra le altre cose, la costruzione di eremi riparo dal Montgó.

Ingresso ai motivi di St. Lucia

Gli archivi documentari catalogano la costruzione di Santa Lucia nel 17 ° secolo. Tuttavia, l'ipotesi che sia stata costruita molto prima tra il XIV e il XV secolo a causa del momento storico in cui produce la conquista cristiana del territorio, il tempo di insediamento e adattamento dei nuovi coloni e il periodo di boom di costruzione di questi templi di culto e venerazione. L'Eremo di Santa Lucía e Santa Bárbara è il terzo dei vecchi eremi esistenti a Xàbia che rimangono in piedi dei quattro che esisteuano e l'unico di loro che mantiene il culto. Inoltre, in questa località, dalla preistoria sono state scoperte tracce archeologiche dell'occupazione umana.

Successivamente hai un indice con tutti i punti con cui ci occuperemo.

L'architettura di St. Lucia

La cappella dell'occhio protettivo ha un'architettura semplice. È disposto su una nave rettangolare divisa in due sezioni di circa 5 metri separati da un grande arco leggermente appuntite pietra grezza. Il coperchio presenta un timpano tetto. Nella si trova più a nord l'altare e il sud, l'ingresso principale è anche incorniciato da una robusta arco a tutto sesto in conci (blocchi, cubi) di pietra grezza.

I javienses activiamente partecipare alla sua festa

L'edificio sarebbe subiscono ulteriori modifiche come lo sono le cabine di guida laterali per posto eremiti (aggiunta nel XVIII secolo), il Naya con travi che coprono l'ingresso principale nello stile di molti degli edifici del villaggio verde o placeta moderna e scalinata si pone ai suoi piedi creati e riformate negli ultimi anni.

La campana che si trova attualmente a Santa Lucia non è quella originale. Anche se suona solo una volta all'anno - il 13 dicembre, festa del santo - l'originale campana gotica del XV secolo si trova nel Archeologia ed Etnografia Soler Blasco. Questa modifica è stata apportata nel 2004 per preservarne l'integrità e la conservazione.

Come arrivare

Parte della grazia di questo eremo è la sua "Difficile" accesso, poiché può essere fatto solo a piedi. Sì, è possibile raggiungere l'inizio del percorso contrassegnato da un veicolo, sebbene non abbia parcheggio e più di tre auto non possono parcheggiare ai piedi del veicolo senza ostacolare il passaggio o richiedere complicate manovre per uscire.

Da questo punto il sentiero, ripido e in pendenza; Ci vogliono circa 10 minuti di viaggio prima di raggiungere la cima. Il 13 dicembre, giorno in cui si celebra Santa Lucia, la tradizione impone di accompagnare la confraternita in pellegrinaggio dal Chiesa di San Bartolomeo, confinante con la IES Antoni Llidó e prendendo il Camí de Santa Llúcia, fino a raggiungere la cima. Un viaggio di fratellanza che si può fare comodamente in tre quarti d'ora.

All'inizio del sentiero ai piedi della falesia

Tuttavia, ad eccezione del giorno di Santa Lucia, non è una cappella occupato o affollati gli altri giorni dell'anno così si può azzardare ad avvicinarsi con l'auto e non hanno problemi a entrare o uscire. Tuttavia, per coloro che non vogliono correre rischi e sono disposti a camminare un percorso un po 'di più, la scelta è quella di lasciare l'auto in Piazza della Costituzione e seguire lo stesso percorso del pellegrinaggio da lì.

Orari e messe

L'eremo rimane chiuso tutto l'anno tranne il giorno delle sue vacanze. È un momento unico perché la sua campana risuona - dorme il resto dell'anno - e le sue porte si aprono ai vicini e ai partecipanti al pellegrinaggio. Inoltre, è l'unico giorno dell'anno in cui le immagini di Santa Lucia e Santa Barbara sono in processione attorno alla cappella. Quel giorno, come potrebbe essere altrimenti, all'interno si celebra un'Eucaristia. C'è una famiglia che limita la chiave dell'eremo durante tutto l'anno ed è responsabile della sua manutenzione interna.

Festa di Santa Lucia e Santa Barbara

La festa più grande è l'13 di dicembre, indipendentemente dal fatto che sia un fine settimana o meno. Non è una festa locale, quindi i negozi sono aperti e nelle scuole è una giornata di apprendimento, in cui molti studenti, accompagnati da insegnanti, approfittano per fare gite sociali e far parte di questa festa.

La celebrazione di questa festa è effettuata da una commissione di feste, in cui ogni anno è composta da nuovi membri, vicini di Xàbia che sono incaricati di preparare gli eventi che compongono questa festa.

In precedenza, una settimana prima, un'eucaristia veniva celebrata in onore di Santa Barbara (patrona dell'artiglieria) nella chiesa di San Bartolomé.

Il 12 di dicembre si tiene Crida alla Festa costituito da una sfilata per le vie del centro storico che annuncia la vicinanza della grande festa giorno e invitando tutti i passanti a ciambelle e vino dolce. Il tour si conclude con l'offerta di un mazzo di fiori sul santuario di Santa Lucia Street.

A dicembre 13, la giornata inizia con a Despertà di razzi e dulzainas dal centro storico. Alle ore 10, le autorità municipali, il clero, il sindaco e il sindaco di Santa Lucia, la fratellanza e i vicini, iniziano il pellegrinaggio verso l'eremo dalla chiesa-fortezza di San Bartolomé. Una volta lì, si tiene un'Eucaristia in onore dei patroni e, alla fine, i due santi fanno una piccola processione attorno all'eremo che culmina con cioccolata calda per tutti i partecipanti, i dolci e gli spari a razzo.

Intorno alla cappella

La situazione della cappella non consente l'esistenza di ristoranti, negozi o altri negozi. I più vicini si trovano in Plaza de la Constitución e nelle strade adiacenti.

Naturalmente, il dono più grande dell'enclave dell'eremo è la sua vista panoramica e la tranquillità che vi si respira. Dalla sua piazza si può vedere il Capo San Antonio e il nucleo urbano di Aduanas del Mar, nonché l'immenso Mar Mediterraneo dove è possibile, nelle giornate limpide, distinguere l'isola di Ibiza. Ai piedi, la città, il Centro Storico e i quartieri più vicini coronati da San Bartolomé e El Calvario. E in lontananza, il terzo centro abitato, l'Arenal.

Vista da St. Lucia

A ovest e nord-ovest, la valle che abbraccia gran parte di La Marina e, naturalmente, l'imponente Montgó in una vista unica del grande guardiano.

posizione

-
Lascia un commento

    28.803
    1.983
    9.290
    781