Jávea.com | Xàbia.com
Cerca

Il castello piroacquatico dei festeggiamenti di Loreto tornerà a prendere fuoco questo venerdì

13 settembre 2022 - 11: 44

I festeggiamenti in onore del Mare de Déu de Loreto avranno un'estensione questo venerdì e illumineranno ancora una volta la baia con uno dei suoi atti più emblematici: il castello pirotecnico.

La notte dell'8 settembre, un problema al computer ha impedito allo spettacolo contratto di girare la fine della festa. Più della metà della polvere da sparo è rimasta negli involucri e ciò che si vedeva non seguiva il ritmo o l'ordine in cui era stato progettato.

Fin dal primo momento, la compagnia pirotecnica ha mostrato la sua disponibilità a risarcire il comune e, dopo aver messo in sicurezza le infrastrutture necessarie, è stato concordato di licenziarla di nuovo, per intero, questo venerdì 16 settembre. Sarà alle 23:30 dalle piattaforme acquatiche galleggianti installate accanto al porto peschereccio e sarà godibile da tutta la zona nord della baia.

Dal Consiglio Comunale hanno voluto sottolineare la serietà della compagnia Ricardo Caballer (RICASA), una delle migliori pirotecniche della Comunità e che gode di prestigio internazionale.

La complessità dello spettacolo pirotecnico

Poiché il castello di Loreto è sparato da piattaforme galleggianti (si faceva dal pontile fino a quando la legge forestale non stabiliva che i fuochi d'artificio non poteuano essere lanciati entro 500 metri da un'area forestale), la sua preparazione è molto complessa e dipende da molti fattori, in particolare dallo stato del mare. In questo senso, è stato contrastato con l'Associazione Pescatori che lo stato del mare previsto per venerdì è favorevole.

Proprio questa complessità tecnica e l'instabilità meteorologica che accompagna abitualmente le date dei festeggiamenti di Loreto sono alcune delle ragioni che fanno sì che il Consiglio Comunale assicuri che lo spettacolo sia affidato a società serie e che rispondano se c'è qualche cambiamento di programma o problema . .

Quest'anno la compagnia pirotecnica Ricardo Caballer SA si è aggiudicata l'esclusiva artistica per gli spettacoli (mascletaes e fuochi d'artificio) di Sant Joan e Loreto per un totale di 100.845 euro. In entrambe le festività il budget è stato aumentato rispetto allo scorso anno in cui si sono svolte, il 2019, viste le circostanze particolari di questa edizione: Fogueres con tre quintali e il 125° anniversario dei festeggiamenti di Loreto (nel 2019 è costato 37.667 51 euro e quest'anno Sono stati stanziati 43.010 euro.)

Il castello di Fogueres ha anche una particolarità che lo rende più costoso; la sua sfaccettatura musicale significa che, oltre alla parte puramente pirotecnica, viene incorporata una cifra significativa per noleggiare l'attrezzatura sonora necessaria per riprodurre la musica su lunghe distanze. Quest'anno è costato 57.435 euro.

12 Commenti
  1. Carlos ha detto:

    Ancora una volta questi "saggi politici" che dimostrano le loro priorità.

    Siete un insulto costante ai buoni cittadini, quelli di noi che lavorano e pagano le tasse.

  2. xabiero ha detto:

    Perché non dicono che la commissione del festival ha proposto sabato 17 settembre e dal municipio hanno rifiutato questa giornata e senza alcuna spiegazione hanno detto che è venerdì 16 settembre e non c'è più niente di cui parlare. Cosa succede che ti infastidisce che il porto possa godersi una vacanza, perché il venerdì non è lo stesso che è funzionante che il sabato
    che è una vacanza e che possono venire molte più persone della zona.

  3. Francesco di Genova ha detto:

    Oggi ho visto un addetto alle pulizie municipale in fondo a via Genova, stavo quasi per far esplodere dei petardi… peccato che non sia arrivato all'ultimo isolato dove dev'essere che noi vicini non paghiamo abbastanza tasse per pulire i nostri marciapiedi e non soffiali e basta...

    Peccato che per questo vengano spesi 100.000 euro, questo consiglio con la sua opposizione inclusa è un costante imbarazzo.

    • Silvia ha detto:

      Incendi, polvere da sparo e petardi dovrebbero essere aboliti per senso ecologico e per l'enorme spesa che potrebbe essere utilizzata per migliorare i servizi….

  4. Carmen ha detto:

    Vogliamo la stessa serietà con il resto degli affari di Javea. Riparare lo scarico e prendersi più cura del comune, che lascia molto a desiderare. Il trasporto pubblico è doloroso, fare il bagno in spiaggia è disgustoso, i sentieri turistici sono stati abbandonati per molto tempo, ecc, ecc. A cosa diamo più importanza?

  5. Ignacio ha detto:

    Come sono gli scarichi fecali sulle spiagge? E le discariche come Ramblars? E il depuratore? Lo studio medico? Il modello della Polizia Municipale? Per tutto questo non ci sono soldi se non per spenderli in petardi, feste e concerti rock si?

  6. Manu ha detto:

    Molto brava signora consigliera della propaganda. 100 euro in fuochi d'artificio. Tempi di crisi selettiva. Quali criteri.


28.803
2.019
9.411
836