Il candidato socialista al Senato sottolinea a Xàbia le "sfide importanti" per un cambiamento in Spagna

Il candidato socialista numero 1 al Senato di Alicante, Pepe Asensi, è stato questa mattina a Xàbia, dove durante la campagna elettorale ha visitato il mercato, accompagnato dal sindaco, José Chulvi e consiglieri. Successivamente, Asensi è apparso alla Casa del Poble (quartier generale del PSOE) e lo ha osservato «Siamo in una campagna di eccezionale importanza. I libri di storia parleranno di questa campagna perché può essere una fase di progresso o una battuta d'arresto impensabile, con conseguenze catastrofiche per la società spagnola ».

Il candidato al Senato ha dichiarato che la situazione in Catalogna «È importante che il governo che viene fuori affronti il ​​problema della Catalogna, dal rigoroso rispetto della legge e della Costituzione, e cerchi di ristabilire il divario sociale con il dialogo».

«Il PSOE è l'unica parte che ha proposto un programma sul tavolo. Nell'emigrazione dobbiamo rispettare i diritti internazionali, le persone che provengono da conflitti hanno il diritto di assimilarle »aggiunto Asensi.

«Rifiuto del PSOE»

Il candidato socialista ha rivisto il discorso degli altri partiti «Le elezioni non sono state vinte, sono state evocate una serie di forze, la crisi catalana, i dati economici e i diritti uniti da un unico interesse a lanciare i socialisti del Moncloa. Lanciare il PSOE, può portare a una grave situazione per la Spagna ».

Da parte sua, Chulvi ha indicato che si aspettano, domenica prossima, «Lasciare rinforzato per formare un governo. Un governo con molti problemi ereditati dal Partito Popolare, tagliando i diritti sociali delle persone ».

Il leader del PSPV-PSOE lo ha riconosciuto "I socialisti hanno alzato il salario minimo, migliorato le pensioni e se riescono ad essere la forza maggioritaria per formare un governo, la Spagna avrà ancora una volta un prestigio internazionale".

articoli correlati

Commenti su "Il candidato socialista al Senato sottolinea a Xàbia le" sfide importanti "per un cambiamento in Spagna"

3 Commenti

  1. Ariquitaun:

    Quelli che mi hanno derubato di più sono uomini bianchi e spagnoli: qualsiasi ministro del PP, Zaplana, Campi ... solo uno di loro è costato decine di migliaia di volte più di qualsiasi immigrato. La banca ci è costata 60.000.000.0000 euro ... e il problema sono gli sfortunati a cui viene dato un succo nel porto alle quattro del mattino.
    Se ogni volta che un immigrato commette un reato, buttiamo tutti fuori dal suo paese, penso che sia bello, ma se un ragazzo di Burgos uccide sua moglie, rinchiude tutto Burgos senza processo.

  2. Guillermo Geisser:

    I diritti sociali degli spagnoli iniziano con un'assicurazione sociale dignitosa in tutto il territorio della Spagna, cioè ti assistono allo stesso modo in tutti i luoghi.
    Un'educazione senza indottrinamento autonomo per lingua e una sicurezza garantita ai cittadini, motivo per cui paghiamo le tasse non per l'emigrazione incontrollata che ci invade, signori politici, ovvero i diritti sociali che noi spagnoli vogliamo vedere se si rendono conto che non siamo un paese ricco per raccogliere costantemente esseri umani da altri paesi quando ci sono persone che hanno bisogno di lavoro, salute e istruzione.

  3. Juan Garcia Patiño:

    Credo che se il più grande esponente del partito socioleches PROGRESISTA è il nostro onesto e onesto spagnolo, il disastro di
    Sanchez sarà difficile per quella parte per convincere chiunque con due dita, perché scoprire che i migranti che ci invadono in massa devono ricevere asilo per dare agli indirizzi delle loro case di andarci e mostrarci il loro qualità umana quando qualcuno viene derubato o stuprato dopo aver cambiato idea e lasciato racconti cinesi, vogliamo un'emigrazione regolamentata con persone che vengono a lavorare e si integrano nelle nostre abitudini e non hanno imposto le loro e non quei paesi dei magred hanno ridotto la loro popolazione carceraria e dedicano i loro soldi per comprare carri armati e f-16 agli americani per vedere con quali intenzioni, Ceuta, Melilla, le Canarie suonano qualcosa per loro.

(Obbligatorio)

26.478
1.710
4.910
445
Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.