Jávea.com | Xàbia.com
Cerca

Guarda le tue orecchie in estate con il consiglio di HLA San Carlos

05 Luglio 2019 - 09: 01

Sapevi che l'otite esterna è una delle manifestazioni cliniche con la più alta incidenza nella popolazione, specialmente durante l'estate? da HLA San Carlos Spiegano cos'è questa infezione e come prendersi cura delle nostre orecchie soprattutto durante i mesi estivi.

Colpisce principalmente la popolazione dei bambini

Dall'ospedale ci spiegano che "l'otite esterna è la condizione infiammatoria della pelle del canale uditivo esterno (CAE) e di solito ha un'origine infettiva batterica sebbene ci siano anche altre cause che la originano come la micosi (funghi), cause traumatiche (graffi), eczema, psoriasi e altre dermatiti. "

Conosciuta anche come otite della piscina, a causa della sua relazione con la sovraesposizione all'acqua e all'eccesso di umidità nel condotto uditivo, la sua incidenza aumenta nella stagione estiva, interessando principalmente la popolazione infantile.

Secondo il Dr. Federico De Grado, otorinolaringoiatra HLA Ospedale San Carlos: "Oltre alla esposizione ad acqua ci sono altri fattori predisponenti di otite esterna, come ad esempio l'abbondanza di cerume (tappi per le orecchie), la maggiore profondità del condotto uditivo, nonché come stenosi o ristrettezza di esso. "

I sintomi di otite esterna

Da HLA San Carlos spiegano che "l'otite è, in genere, una malattia a insorgenza rapida, meno di 48 ore, e i suoi sintomi principali sono l'otalgia, o dolore all'orecchio intenso e continuo, che si irradia alla mascella, alla testa e persino alla faringe ". Inoltre, aggiungono, "il dolore è aggravato dalla manipolazione e dalla pressione della cartilagine del padiglione atriale e dai movimenti della mascella, a volte rendendo difficile la masticazione e talvolta l'otalgia può essere accompagnata da febbre e suppurazione".

Se l'edema infiammatorio è molto importante parte può causare la perdita dell'udito da occlusione del condotto uditivo risultante.

Trattamento più efficace

E qual è il trattamento più efficace? Secondo il dott. De Grado, "il trattamento consiste nella somministrazione di antibiotici in generale, antinfiammatori, a volte corticosteroidi e applicazione di gocce auricolari". Inoltre, l'otorinolaringoiatra afferma che "dobbiamo anche evitare i fattori favorevoli come l'ingresso di acqua durante il processo ed evitare di manipolare l'area".

Come è raccomandato misure preventive in pazienti con recidivantes otite esterna per evitare infiltrazioni di acqua nelle orecchie di tappi ortopedici, strisce neoprene o cuffia evitare movimentazione orecchie di lavaggio eccessivo e graffi e trattamento dermatite del condotto uditivo che può colpire l'orecchio esterno.

Lascia un commento

    27.921
    1.851
    7.456
    563
    Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.